Nasce a Mondovì il primo “Community hub” della provincia di Cuneo: il “Caffè Sociale” apre con lo scopo di restituire alla comunità e rigenerare insieme ad essa alcuni spazi della Stazione Ferroviaria della città, in continuità con un processo di rivitalizzazione avviato a partire dal 2012.
Cinque anni fa infatti l’Associazione MondoQui (entro la quale si è formato il team informale che presenta il progetto) fu una delle prime realtà in Italia ad interfacciarsi con “RFI”, richiedendo e ottenendo con successo l’utilizzo di due locali all’interno dell’edificio ferroviario, a fini sociali e aggregativi.
L’ambizione odierna del team proponente intende consolidare e potenziare le tante iniziative ed esperienze virtuose costruite in questi anni intorno al fulcro ferroviario, cogliendo l’opportunità di riaprire il bar-ristoro della Stazione e i locali ad esso annessi, chiusi dal 2014.
L’obiettivo del team è duplice: ripristinare un servizio fondamentale negato ai viaggiatori e gli avventori della Stazione creando allo stesso tempo un impatto sociale positivo per la comunità monregalese.
In che modo? Il “Caffè Sociale” creerà innanzitutto occasioni occupazionali per la nascente Cooperativa Sociale, offrendo prospettive lavorative anche al disagio sociale: lavoreranno fianco a fianco giovani cuochi e baristi, operatori sociali, neet inseriti in percorsi di formazione professionale, richiedenti asilo; inoltre, non si limiterà ad essere il “bar della stazione”: dopo anni di gestione scellerata del servizio, incentrata sul compiacimento del vizio e delle dipendenze (slot machines, somministrazione incontrollata di alcool, ecc.), il “Sociale” diventerà uno spazio dove poter respirare innovazione, un punto di riferimento per la città, un contenitore ibrido, votato alla contaminazione.
All’interno dei locali sarà possibile assaporare colazioni, pranzi e merende accessibili e sani che attingono alle tradizioni contadine locali (è prevista la coltivazione di un orto condotto da un gruppo di ragazzi della cooperativa); grazie all’implementazione di un co-working/aula studio “leggeri” sarà possibile lavorare in attesa del treno in ritardo o ripassare la lezione in vista di un’interrogazione; durante il giorno, così come in orario serale, attività laboratoriali, corsi, concerti e piccole iniziative espositive animeranno gli spazi, accogliendo anche chi al bar non ci va mai: bambini, mamme, anziani, donne italiane e straniere insieme.

E allora io quasi quasi prendo il treno e vengo da te. Il Caffè Sociale, nuovo modo di fare comunità. #culturability4 https://goo.gl/jwkTJ5

Il progetto in un tweet

MondovìCittà
CNProvincia
PiemonteRegione
Social accounts