Collective Intelligence

Collective Intelligence (C.I.) è una residenza internazionale per artisti e ricercatori scientifici, un centro di sperimentazione socio-culturale, dove la produzione artistica multidisciplinare facilita la collaborazione tra attori provenienti da diverse filiere.

Per creare questo fulcro di aggregazione abbiamo scelto una casa privata costruita nell’ottocento, in un piccolo paese della bassa Friulana, un luogo defilato e poco appariscente dove abbiamo trovato nei cittadini e nell’amministrazione pubblica un interesse vivo e la cura necessaria per il nostro progetto. Inoltre uno dei nostri obiettivi primari è di creare percorsi d’interesse internazionale fuori dai grandi capoluoghi dove le proposte culturali già esistono; preferiamo dare nuovo impulso all’economia locale e impiegare giovani menti in un piccolo centro.

C.I. cresce intorno ad una serie di sessioni collettive deep-dive, coinvolgendo l’ingegno di artisti, accademici, pensatori e attivisti con il fine di scoprire e sperimentare le forme migliori per attivare e gestire l’intelligenza collettiva. Il percorso si basa sulla pratica artistica come connettore ideale per la sperimentazione multidisciplinare e aggregatore di linguaggi diversi.

Per realizzare C.I. è necessaria la creazione di un luogo adatto che faciliti il coinvolgimento e la cooperazione in una cornice conviviale, favorendo lo scambio d’idee e il nascere d’intuizioni; e dunque facendo tesoro della ricerca di diverse Università (Bologna, Sassari) che individuano l’architettura e il design come un forte connettore d’intelligenze, gli spazi saranno creati come sistemi aperti per favorire l’espressione di questi delicati processi.

C.I., concepito a Helsinki nel 2016, si basa sulla quindicennale esperienza degli ideatori e dei partners, che lavorano con varie reti di team informali accogliendo la conoscenza scientifica nella produzione d’arte. C.I. attinge a un bacino di ricerca che dalla neurologia, alla sociologia, allo studio dei modelli peer-to-peer sia nelle reti relazionali sia nei sistemi informatici, mette in luce come sia urgente imparare a connettersi con- e attingere da- l’intelligenza collettiva, per realizzare modelli sociali e culturali inclusivi.

Collective Intelligence: uno spazio dove arte e scienza dialogano con l’attivismo.
#culturability4

Il progetto in un tweet

Cervignano del FriuliCittà
UDProvincia