COSTRUIRE IL BENESSERE: SALUTE, LUDOPRASSIE E TEMPO LIBERO

Nella città di Martina Franca (TA), nascono nuovi quartieri residenziali sprovvisti di servizi, come il quartiere di Montetullio, in cui sono presenti nuove abitazioni (palazzine residenziali e ville mono/bifamiliari) ma vi è carenza di servizi commerciali e di spazi per la socializzazione. Tale criticità potrebbe essere arginata dalla prossima apertura dell’asilo nido e da questa proposta progettuale.
Il Cemea Taranto, in questo quartiere, ha avuto in gestione la struttura comunale dell’asilo nido (con una superficie di circa 225 mq) e la custodia e vigilanza delle aree a verde recentemente realizzate per il gioco e la ricreazione.
La nostra modalità di gestione degli interventi socioculturali nei vari gruppi di stakeholders (genitori/volontari/anziani), ha come oggetto la costruzione di un senso di identità di cittadinanza consapevole, nell’ottica di interventi di pedagogia di comunità.
Nella prospettiva di interventi ecologici, in sintonia con i bisogni educativi ed effettivi del territorio, orientiamo la domanda rispetto alle necessità reali, attivando una ricorsività sul lungo periodo e costruendo un riferimento sul territorio.
La collocazione e composizione degli spazi aggiudicati, permetterà di progettare specifiche azioni socio-culturali divise per fascia d’età e intergenerazionali, poiché la nostra proposta progettuale coinvolge le famiglie residenti del quartiere e non.
Sono stati realizzati i primi incontri con il “Comitato di Quartiere”, i cittadini residenti e le istituzioni territoriali per poter co-progettare interventi di socializzazione che possano offrire la possibilità di vivere gli spazi aperti, raccogliendo durante i diversi incontri i bisogni dei cittadini.
Le attività già realizzate, svolte attraverso alcuni eventi pubblici (giornate di gioco, attività laboratoriali in strada e seminari internazionali), sono state strutturate affinché il gioco e l’incontro tra le persone residenti fossero centrali.
La risposta positiva delle persone ci indica la socializzazione come obiettivo e il benessere della collettività come finalità. Pertanto, in questa idea progettuale, la centralità del gioco e della relazione ci ha permesso di definire un intervento per lo sviluppo delle “Ludoprassie”, intendendo con questo termine le abilità relazionali, socio-affettive, motorie, performative, comunicative e di messa in gioco di capacità “informali e non formali” delle persone per la costruzione del benessere.

Protagonismo intergenazionale; territorio; sinergia bambini, giovani, adulti. Educazione non formale spazi nel tempo libero #culturability4

Il progetto in un tweet

Martina FrancaCittà
TAProvincia
PugliaRegione
Social accounts